Archivio: febbraio 2013

Natixis Asset Management: in Italia rischio di voto anti euro

Economisti ed esperti di mercato cominciano a fare i conti con le conseguenze del risultato elettorale italiano del 24 e 25 febbraio. In uno studio ad hoc Philippe Waechter, capo economista di Natixis Asset Management (parte del gruppo Natixis Global

Euro-dollaro stabile dopo i dati macroeconomici

IRAN_-_euro_dollaro

La mattina del 27 febbraio, sul mercato dei cambi, l’euro-dollaro viaggia stabile a 1,3080 dopo alcuni dati macroeconomici importanti usciti il medesimo giorno. In particolare, è stato reso noto che la massa monetaria M3 della zona euro relativa al mese

Sui mercati domina l’incertezza dopo l’esito elettorale italiano

resize

Mentre nel primo pomeriggio del 26 febbraio, il tasso di cambio euro-dollaro sconta l’incertezza post elettorale scendendo a 1,3077, gli esperti di valute e mercato puntano il dito verso lo scenario di instabilità che si apre davanti ai nostro occhi.

Euro-dollaro: gli esperti attendono l’esito delle elezioni politiche italiane

urne

Il “macromonitor” di questa settimana firmato dall’economista di Monte dei Paschi di Siena, Mario Seminerio, punta i riflettori verso i movimenti del dollaro statunitense e verso l’esito delle elezioni politiche italiane. “Sul mercato dei cambi – scrive l’esperto di Mps

Schroders: gli investitori temono una ripresa dell’inflazione

bce11-300x250

Gli investitori guardano alle mosse, soprattutto sui tassi di interesse, della Banca centrale europea (Bce) e hanno paura dello spettro dell’inflazione. È quanto emerge dal sondaggio condotto da Schroders nel corso dell’ultima Investment Conference, che ha visto la partecipazione a

L’euro-dollaro ritraccia dopo i dati macroeconomici

La mattina del 21 febbraio, sul mercato dei cambi, l’euro-dollaro viaggia in calo a 1,3190 dopo alcuni dati macroeconomici. E’, infatti, peggiorata la contrazione dell’attività del settore privato in Europa nel mese di febbraio. Il Pmi preliminare manifatturiero per l’Eurozona

Lo yen recupera terreno

82981249KK003 Japanese Prime Minister

Nella seduta di mercato del 19 febbraio, la Borsa di Tokyo ha terminato con un calo dello 0,31% dell’indice Nikkei 225 a 11.372,34 punti sulla scia di un contenuto apprezzamento dello yen. Il progresso della moneta nipponica, che anche se

Mig Bank non è più ribassista nei confronti del dollaro

dollaro (1)

Secondo molti osservatori, le politiche monetarie estremamente accomodanti e non ortodosse di questi giorni altro non sarebbero se non vere e proprie guerre valutarie sotto copertura, molto simili a quelle messe in atto negli anni Trenta. Una posizione rispetto alla

Draghi: “Basta coi discorsi sulla guerra delle valute”

161494902

Nuovo intervento a gamba tesa del presidente della Banca centrale europea (Bce) sulla questione della guerra delle valute. I continui “discorsi” su questo tema, ha detto Draghi parlando a una conferenza stampa congiunta con il presidente della Banca di Russia,

Jp Morgan Private Bank: col G20 tornare di scena la guerra delle valute

19_G20_2-thumb-495x285-102520

La guerra delle valute? Potrebbe tornare di attualità nel corso del G20 che si terrà nel weekend. E’ questo il parere di Sara Yates, Global Currency Strategist di Jp Morgan Private Bank, che in uno studio sul tema spiega: “Una