Bce, Bofa Merrill Lynch vede tassi allo 0,1% da giovedì

download

Il tanto atteso giorno della Banca centrale europea (Bce) di Mario Draghi è arrivato: dopo domani, giovedì 5 giugno, l'authority monetaria si riunirà e svelerà finalmente il proprio piano, attesissimo dai mercati finanziari, sia per contrastare la brutta bestia della deflazione, ossia l'arretramento dei prezzi, sia per favorire una ripresa economica che arranca. 
E in effetti i dati macroeconomici giunti questa mattina sembrano deporre a favore di un intervento della Bce: l'ufficio delle statistiche europeo Eurostat ha rilevato nel mese di maggio un'inflazione annuale dello 0,5%, in calo dallo 0,7% registrato ad aprile. Un dato, tra l'altro, sotto alle attese della media degli economisti, che prevedevano un incremento un po' più robusto e pari allo 0,7 per cento.
Gli esperti di Bank of America (Bofa) Merrill Lynch, ad esempio, si aspettano che la Bce di Draghi giovedì annunci un taglio dei tassi di interesse ma non ancora un vero e proprio programma di acquisto di titoli (Quantitative easing, Qe), a causa del fatto che "non c'è ancora una comunione di vedute sugli strumenti da utilizzare per contrastare la bassa inflazione".
Per ora, dunque, gli economisti di Bofa Merrill Lynch si limitano a preventivare per giovedì l'annuncio da parte della Bce capitanata da Draghi di un taglio dei tassi, con il refi che dovrebbe scendere dall'attuale massimo dello 0,25% allo 0,10%, nuovo minimo storico, e quello sui depositi visto in negativo allo -0,10 per cento. Gli esperti della banca d'affari americana credono anche che Draghi annuncerà un programma a sostegno del credito delle banche alle imprese (soprattutto quelle medio-piccole, che stanno soffrendo in maniera particolare) che tuttavia risulterà leggermente differente dalle aste di Ltro degli ultimi anni.

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>