Crolla l’euro nel giorno della svolta della Bce

download (7)

Oggi, 4 settembre 2014, è una giornata storica per la politica monetaria europea e internazionale. La Banca centrale europea (Bce) guidata da Mario Draghi, infatti, ha finalmente rotto gli indugi, introducendo un piano di acquisto di Abs (Asset backed security) e Covered bond che prenderà il via nel mese di ottobre. I dettagli del piano saranno comunicati il giorno 2 ottobre.
Ma non è tutto, perché, sempre nella seduta odierna, la Bce, a sorpresa, ha dato di nuovo una sforbiciata al costo del denaro, tagliando i tassi di interesse di 10 punti base e portando il tasso di rifinanziamento principale allo 0,05% (da 0,15%), nuovo minimo storico, mentre quello sui depositi è stato abbassato a -0,20% (da -0,1 per cento). E' stato, inoltre, ridotto anche il tasso di rifinanziamento marginale, portato allo 0,3% (da 0,4 per cento).
"Quel che traspare chiaramente dagli annunci di oggi – commenta Marco Palacino, managing director per l’Italia di Bny Mellon Im – è che la Bce è molto preoccupata circa lo stato dell’area euro. La ripresa, già fragile, si è ulteriormente indebolita a causa della crisi in Ucraina e del conseguente calo di fiducia da parte degli operatori economici, con il rischio di tagli agli investimenti e ai piani di assunzione da parte delle società europee. In altre parole – sintetizza Palacino – la crisi geopolitica, per quanto limitata nei suoi effetti diretti, ha il potenziale di scatenare una nuova spirale negativa in tutta l’area euro".
In questo contesto, sono fioccate le vendite sulla moneta unica europea, che ha perso terreno verso tutte le divise mondiali. I tassi bassi e l’enorme liquidità che si riverserà sul mercato a partire da ottobre porta a una flessione fisiologica dell'euro. "Il cambio euro-dollaro – notano gli esperti di Ig – si è portato ai minimi dal 10 luglio scorso a 1,2960. Salvo un temporaneo recupero, il cambio dovrebbe continuare a scendere nelle prossime settimane. Un target per il prossimo mese dovrebbe essere a 1,2750, minimi assoluti del 2013".

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>