Il “dolce far niente” della Bce preoccupa Morgan Stanley

download

Tutto come da attese nella riunione odierna della Banca centrale europea (Bce): i tassi di interesse dell'area dell'euro sono rimasti invariati ai minimi storici dello 0,25 per cento. Ciononostante, alcuni esperti di mercato non hanno mancato di fare notare il proprio disappunto. A cominciare da quelli di Morgan Stanley che in uno studio diffuso oggi tra gli addetti ai lavori dall'eloquente titolo "Dolce far niente?" hanno criticato l'immobilismo della Bce. Morgan Stanley, del resto, cantando un po' fuori dal coro, aveva ipotizzato un taglio dei tagli di interesse pari a 15 punti base già oggi.
"Sebbene continuiamo a scommettere su un ulteriore allentamento monetario da parte della Bce nei mesi a venire – spiegano gli economisti della banca d'affari – la fiducia che abbiamo risposto in un taglio dei tassi oggi ha subito un duro colpo". In altri termini, l'aspettativa a questo punto è che l'Eurotower faccia presto o tardi qualcosa per risollevare le sorti di un'economia che nel Vecchio continente arranca, ma non è affatto detto che tali operazioni consisteranno in un vero e proprio taglio del costo del denaro, come detto tra l'altro già ai minimi storici.
Alla luce della decisione presa dalla Bce, sui mercati valutari, il tasso di cambio tra euro e dollaro è stato protagonista di un vero e proprio balzo tecnico, che ha visto il cross superare i massimi della scorsa settimana a 1,3825 (con un picco intraday a 1,3844). 
Secondo alcuni esperti di analiti tecnica, "una perentoria vittoria anche della resistenza a 1,3850 creerebbe i presupposti per un ulteriore allungo in direzione di 1,3894". Per contro, "primi timidi segnali di debolezza con il cedimento di 1,3770, preludio a un possibile calo verso 1,37".

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>