“La Bce come una mamma che ci ricorda sempre la canottiera”

download

I mercati azionari continuano a muoveri con cautela e circospezione in attesa dell'evento attesissimo di domani, quanto la Banca centrale europea guidata da Mario Draghi (nella fotosarà chiamata a decidere sui tassi di riferimento di Eurolandia, ora già ai minimi storici dello 0,25 per cento. E anche alla luce della cautela adottata oggi dalle Borse, diventa sempre più evidente come sull'equity sia in atto da circa due settimane un movimento correttivo. Una situazione in cui è estremamente difficile scegliere come distribuire gli investimenti.
Ma è in occasioni come queste che si misurano le capacità dei buoni gestori, tanto di portafogli quanto di veri e propri paesi o aree economiche. Come fa notare Michele De Michelis, responsabile degli investimenti di Frame Asset Management, "è proprio in situazioni come questa che emerge in tutta la sua dirompenza la differenza" che separa l’approccio proattivo di Federal Reserve (Fed) e Bank of England (Boe) da quello di chi sta "sempre dietro alla curva", "always behind the curve", che caratterizza invece la nostrana Bce. "Avete presente – azzarda De Michelis – quegli amici che quando nel gruppo ci si rattrista per un qualunque motivo hanno sempre la battuta pronta a tirare su il morale? Ecco, è proprio quello che fanno le nostre 'amiche' Fed e Boe, mentre la Bce sembra la mamma che ci ricorda ogni volta di mettere la canottiera di lana, che – aggiunge l'esperto di Frame Asset Management – sicuramente a ragione, ma a volte avremmo la necessità anche di altri aiuti".

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>