La parola ora passa a Mario Draghi

download (7)

Sui mercati valutari, attenzione al tasso di cambio tra euro e dollaro, che nella giornata di lunedì 25 agosto ha raggiunto i nuovi minimi degli ultimi 11 mesi, portandosi sotto quota 1,32. Nel dettaglio, nel tardo pomeriggio, il cross tra valuta unica europea e biglietto verde era posizionato proprio a 1,32 tondi tondi.
I mercati stanno cercando di interpretare e metabolizzare le dichiarazioni dei grandi capi della politica monetaria europea che si sono dati appuntamento a Jackson Hole la settimana scorsa, nella consueta "maratona" terminata sabato. 
In particolare, esperti e addetti ai lavori hanno passato al radar le parole del numero uno della Banca centrale europea (Bce), Mario Draghi (nella foto), il quale, seppure non ha esplicitato la possibilità dell'avvio di un vero e proprio quantitative easing (Qe), è parso comunque dell'avviso di fare qualcosa per contrastare le spinte deflative.
Gli analisti di Nomura, ad esempio, in un report diffuso oggi, spiegavano di attendersi, da parte della Bce, il lancio di un programma di acquisto di Abs (asset backed security) entro dicembre. "Riteniamo che Draghi – è il commento degli esperti di Ig – sia sempre molto attento nelle proprie dichiarazioni e con le sue ultime parole a Jackson Hole ha esplicitamente aperto uno spiraglio a nuove manovre, implicitamente a un possibile piano di Qe, con l’obiettivo di ridurre le pressioni deflazionistiche".

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>