Occhi puntati verso la riunione della Bce di giovedì

images

I mercati azionari ci credono sempre di più: a giudicare dall'andamento positivo nell'ultima settimana di Borsa (basti pensare che l'indice Ftse Mib di Piazza Affari si è portato su livelli che non vedeva dal maggio del 2011 sull'onda dell'aspettativa), stanno scommettendo sulle prossime mosse della Banca centrale europea (Bce) guidata da Mario Draghi (nella foto).
Secondo gli addetti ai lavori, anche in scia ai dati sulla crescita dei prezzi al consumo spagnoli (calati dello 0,2% annuo a marzo), lo spettro della deflazione sta tornando ad aleggiare nell'area dell'euro, al punto che c'è chi pensa che presto l'Eurotower possa muoversi con misure non convenzionali a sostegno della liquidità. In altri termini, implementando qualcosa di molto simile al quantitative easing da cui la Federal Reserve (Fed) americana proprio adesso sta uscendo. Secondo Ig, "l’azione più probabile rimane la sospensione della sterilizzazione del programma Smp avviato nel 2010, che lascerebbe sul mercato circa 175 miliardi di euro, poca cosa rispetto agli oltre 1.000 miliardi versati dalla Fed sul mercato negli ultimi 18 mesi".
Gli economisti di Morgan Stanley, dal canto loro, nell'ultima nota ribadiscono che si aspettano un allentamento della politica monetaria da parte della Bce, ma fanno sapere che ritengono prematuro che possa decidere qualcosa già la riunione di giovedì prossimo, ossia la prima di aprile. In ogni caso, la consueta conferenza stampa che seguirà la decisione sui tassi servirà per capire qualcosa di più su come la Bce intende muoversi.

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>