Sterlina ai minimi del mese sul dollaro aspettando le minute Boe

download (5)

In attesa che domani si alzi il velo sulle minute della banca centrale britannica, la Bank of England (Boe), guidata da Mark Carney (nella foto), e che giunga anche dal fronte macroeconomico un importante dato sul mercato del lavoro del Regno Unito, il tasso di cambio tra sterlina e dollaro americani aggiorna i propri minimi dell'ultimo mese. Nel dettaglio, il "cable" si è portato a quota 1,6542, vale a dire a ridosso di prezzi che non vedeva dal 12 febbraio scorso, e, come evidenziano gli esperti di Ig nel report quotidiano sui mercati finanziari, "vicino al 50% di ritracciamento di Fibonacci nell’ascesa partita a febbraio". 
A questo punto, l'obiettivo successivo rimane a 1,6450, che secondo gli esperti di analisi tecnica costituisce un "ultimo baluardo prima che si giunga verso 1,6250, bottom da inizio anno. Solo un superamento di 1,6670 – aggiungono da Ig – potrebbe allontanare le recenti tensioni con il cross che potrebbe tornare a mettere nel mirino area 1,68, massimi da novembre 2009". 
In sostanza, gli esperti di Ig consigliano di andare lunghi ("long") sopra quota 1,6670 con target a 1,68, e, viceversa, di posizionarsi al ribasso ("short") sotto 1,6540, con obiettivo a 1,6450. "Incrementare sotto questo livello per puntare a 1,625", avvertono gli analisti tecnici.
Nel frattempo, oggi, sui mercati valutari, i tasso di cambio tra euro e sterlina ha terminato a 0,8397, in rialzo dello 0,31 per cento.

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>