La Boj mantiene il Qe, la Fed è vista ridurlo

download

In attesa che questa sera (ora italiana) si conosca qualcosa di più delle intenzioni della Federal Reserve sul tapering, ossia sull'uscita dal quantitative easing avviata nel 2014, questa mattina di buon'ora i riflettori sono stati puntati sulla Bank of Japan (Boj). L'istituto centrale nipponico ha, infatti, annunciato che continuerà a iniettare moneta nell'economia con la stessa quantità utilizzata finora. In altre parole, il quantitative easing giapponese resterà fermo a 60-70.000 miliardi di yen l'anno, cifra corrispondente e 400-500 miliardi di euro.
Viceversa, secondo esperti e addetti ai lavori, la Fed guidata da Janet Yellen potrebbe alzare il velo su una ulteriore riduzione dell'ammontare di titoli acquistati. Va infatti ricordato che già a marzo gli Stati Uniti hanno dato una bella sforbiciata al programma monetario portando gli acquisti di bond a 55 miliardi, rispetto agli 85 mensili previsti a regime. Ma la cifra potrebbe scendere ancora perché secondo la media dei 43 economisti interpellati da "Bloomberg", già stasera la Fed potrebbe alzare il sipario su una nuova sforbiciata che porterebbe il programma a quota 45 miliardi al mese.
Tornando alla Boj, i nove membri del comitato esecutivo hanno deciso all'unanimità di mantenere l'offerta monetaria invariata, mossa comunque allineata alle aspettative del mercato. La Boj si è, inoltre, detta fiduciosa sul fatto che i prezzi al consumo stanno salendo e ha reso noto che l'inflazione presto raggiungerà l'obiettivo fissato.

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>