Bce: per Mib Bank più concreto un taglio dei tassi

bce11-300x250

Nel consueto Forex Weekly Report settimanale compilato a cura del Research team, Mig Bank, la più grande banca svizzera specializzata nel trading online sul forex, fa il punto sulla crisi di Cipro. Secondo gli esperti valutari dell’istituto elvetico, “difficilmente il governo del Paese del Mediterraneo deciderà di abbandonare l’euro poiché in tal caso lo scenario sarebbe assai più catastrofico” e potrebbe tradursi in un collasso del sistema bancario con conseguente fuga dei capitali dall’isola in quanto la Russia non comprometterà i suoi rapporti con la Ue alla fine.

“In ogni caso – fanno notare da Mig Bank – anche un prelievo forzoso sui depositi superiori ai 100.000 euro comporterà una corsa agli sportelli da parte dei correntisti più abbienti con una conseguente depressione dell’intera economia dell’isola e un suddivisione in due delle banche cipriote. I timori di una corsa agli sportelli sono maggiori in Spagna e Grecia che in Italia e ciò rende più probabile la creazione di limiti alla fuga dei capitali da parte della Bce, oltre che l’aumento delle provviste di liquidità a favore delle banche periferiche”.

E proprio per quel che riguarda la Banca centrale europea, secondo gli esperti valutari, “potrebbe essere arrivato il momento di tagliare i tassi di fronte all’incapacità manifesta dell’Europa di avviare una ripresa degna di tal nome. Il rallentamento economico in atto in Cina e la crescita più lenta del previsto degli Usa – aggiunogono Da Mig Bank – non fanno che avvalorare questa tesi”. Quanto alla Fed, “cesserà i suoi mega-acquisti di titoli solamente di fronte ad una consolidata ripresa del mercato immobiliare e di quello del lavoro nel corso del 2013. I rischi principali sono la possibilità di accumulare perdite sui titoli e quella di creare nuove bolle speculative”. Da Mig Bank consigliano inoltre di posizionarsi lunghi sul tasso di cambio euro-franco svizzero “che rimane un investimento attraente date le scarse possibilità di ribasso contro quelle di un guadagno significativo”.

Vota