Cmc Markets: “La Fed ormai non anticiperà il tapering a dicembre”

download (8)

La Federal Reserve, a questo punto, dovrebbe cominciare a tirare la cinghia sul quantitative easing, e quindi sull'immissione di liquidità sul mercato, soltanto dal 2014. Se ne è convinto Michael Hewson, Chief Market Analyst di Cmc Markets, che nel consueto punto giornaliero sostiene che, "a meno di vedere uno strabiliante dato positivo sui payrolls la prossima settimana", è ormai "davvero molto improbabile che possano intervenire ulteriori elementi tal da convincere la Fed ad anticipare il tapering a dicembre".
E, in ogni caso, anche si verificasse questa ipotesi, aggiunge Hewson, "le incertezze tuttora esistenti riguardanti il debt ceiling (il tetto al debito Usa, ndr), renderebbero arduo per la banca centrale americana ancorare la propria azione a un livello di tassi predefinito. La speranza tuttavia – prosegue l'esperto di Cmc Markets – è che si giunga a una decisione sul tapering al più presto possibile poiché tale incertezza sta logorando il mercato". 
Intanto, guardando ai mercati valutari, a detta di Hewson, un cross euro-dollaro sopra 1,3560 potrebbe spingere il cambio a 1,3620 fintanto che si rimane sopra 1,3480. Sotto la resistenza di 1,6255, "il rischio è di un ritorno a 1,6110 con un orientamento ora ribassista. La moneta unica – conclude l'esperto di Cmc Markets – può proseguire al rialzo solo mantenendosi al di sopra di 0,8420".

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>