M&G è positiva sul dollaro e negativa su yen e sterlina

inghilterra10

“Sono decisamente positivo sul  dollaro in quanto sembra fortemente sottovalutato date le prospettive di una ripresa ancora più forte nell’economia statunitense rispetto a quanto visto. Per contro, sono decisamente negativo su yen e sterlina. Inoltre, anche se non sono mai stato negativo come molti sull’euro, mantengo  una buona allocazione sulla valuta europea, anche se la maggior parte dell’esposizione valutaria è sul dollaro”. Ecco qui l’asset allocation valutaria firmata da Jim Leaviss, gestore del fondo M&G Global Growth.

“L’economia Usa – spiega l’esperto – è sulla via della ripresa, supportata in gran parte dal suo mercato immobiliare.  I prezzi degli immobili aumentano, il numero dei debiti ipotecari ai minimi storici, e le riserve di immobili sono basse. Ci sono buoni fondamentali per credere al rimbalzo del mercato immobiliare statunitense. In secondo luogo, il tasso di disoccupazione sta scendendo negli USA, anche se la ripresa dell’occupazione nel settore immobiliare è ancora stentata: la ripresa in questo settore farà da effetto moltiplicatore per l’economia”.

Quanto alla Federal Reserve (Fed), Leaviss afferma: “Non credo che chiuderà troppo presto il programma di quantitative easing perché non intende soffocare la ripresa e farà tesoro di simili errori politici fatti in Europa. Certo, quando comincerà a chiudere i rubinetti, mi aspetto svendite di asset rischiosi come le azioni”.

Vota