Dopo la Bce torna volatilità sul forex

download

Gli annunci della Banca centrale europea (Bce) guidata da Mario Draghi, risalenti alla scorsa settimana (giovedì), oltre a mettere le ali ai mercati azionari (tra cui Piazza Affari, che oggi ha raggiunto i nuovi massimi dal 2011), hanno riportato un po' di volatilità sul forex. Lo fanno notare nella newsletter giornaliera gli esperti di Ig, che sottolineano: "L’indice Atr – Average True Range (indicatore di analisi tecnica per la volatilità, ndr) sul grafico giornaliero del cambio euro-dollaro dopo essere sceso a testare i minimi storici ha evidenziato un leggero rialzo salendo dai 46 pip del pre-meeting dell’istituto di Francoforte ai 56 pip odierni".
Guardando al cross euro-dollaro, "dopo le forti oscillazioni di giovedì scorso – osservano gli esperti di Ig – il cambio tra la moneta unica e il biglietto verde ha mostrato una certa debolezza avvicinandosi ai bottom segnati la scorsa settimana a 1,3503. L’eventuale rottura di tale strategico supporto di medio/breve periodo creerebbe i presupposti per una estensione della flessione in direzione dei target situati a 1,3475, minimi annuali, e il più lontano 1,3375, 50% del ritracciamento di Fibonacci dell’ascesa dai bottom della scorsa estate. Tali prospettive grafiche negative – aggiungono infine da Ig – incomincerebbero a vacillare con il ritorno al di sopra di 1,3690, preludio a un possibile allungo verso 1,3750 e 1,38".
Nel frattempo, oggi il cambio tra euro e dolaro si è portato a 1,3541.

 

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>