Fxcm: “La forza intrinseca dell’euro resta indubbia”

download

In un lunedì che sui mercati finanziari ha visto la chiusura del listino giapponese e di quello nipponico, operatori e addetti ai lavori si sono concentrati, da una parte, sulle rinnovate tensioni in Russia e Ucraina e, dall'altra, sulla pubblicazione dell’Indice Ism non manifatturiero degli Stati Uniti, che è stato superiore alle aspettative degli analisti. Complice quest'ultimo dato macroeconomico, ad esempio, l'indice Ftse Mib di Piazza Affari ha chiuso in ribasso di solo lo 0,65%, mentre durante la seduta la Borsa era arrivato a perdere anche oltre il punto percentuale.
Guardando al forex e ai mercati valutari, il tasso di cambio tra euro e dollaro si è portato in area 1,3878. "La forza intrinseca dell’euro, o debolezza del dollaro americano se la si vuole leggere in questo modo – commenta Davide Marone, analista valutario DailyFX (Fxcm) – resta indubbia e la reazione dello scorso mercoledì dopo i dati sull’inflazione Eurozona e in maniera emblematica dopo i dati di venerdì, lo hanno dimostrato inequivocabilmente. Ancora una volta dunque – tira le somme l'esperto – fortissime le vendite che non hanno però raggiunto la grande area di supporto a 1,3775/90 e poi i copiosi acquisti fino quasi ad area 1,39".

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>