“La corsa dell’euro-dollaro a 1,375 potrebbe arrivare al capolinea”

images

Nella loro ultima newsletter sulle valute, gli esperti di Mc Capital esaminano l'impatto dell'imminente governo italiano formato da Matteo Renzi (nella foto) sui mercati finanziari. Il lavoro è affidato ad Andrea De Gaetano, che sottolinea come l'indice di riferimento del mercato italiano Ftse Mib si sia, da quando è giunta la notizia della staffetta tra Enrico Letta e Renzi, portato sui massimi dal luglio 2011, cosa che hanno fatto anche i titoli di Stato Btp. 
Quanto all'euro, osserva De Gaetano, che soltanto un paio di anni fa sembrava sull’orlo del baratro, ora viaggia in rialzo nei confronti delle principali valute. "La turbolenza sui mercati emergenti da un alto – mette in evidenza l'esperto di Mc Capital – e la debolezza del dollaro, reduce da anni di quantitative easing, hanno reso l’euro la moneta più comprata". 
Il cross euro-dollaro, intanto, continua il rimbalzo tecnico partito dal supporto in area 1,3478 il 31 gennaio 2014. In tale contesto, il "nulla di fatto" sui tassi di interesse giunto dall'ultima riunione della Bce ha senz'altro contribuito al rafforzamento della valuta unica. Area 1,3750-1,3850, tuttavia, per Mc Capital, rappresenta "un livello di resistenza di importanza settimanale e mensile, oltre che giornaliera, dove il rimbalzo dell’euro potrebbe arrestarsi". 

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>