Mc Capital: “Vendere euro sui rimbalzi”

download

Nello studio settimanale sulle valute, Andrea De Gaetano, senior portfolio manager di Mc Capital, torna sulla decisione della Banca centrale europea (Bce) di settimana scorsa di portare in territorio negativo per la prima volta nella storia, allo 0,10%, i tassi di interesse sui depositi dell'Eurozona. "L’espressione “hic sunt leones” (qui ci sono i leoni, ndr) veniva usata anticamente dai cartografi per indicare aree geografiche ancora inesplorate e potenzialmente pericolose", scrive De Gaetano. Ebbene, alcuni analisti hanno usato la stessa espressione settimana scorsa per definire il taglio dei tassi d’interesse di cui sopra, che implica che le banche europee che depositano il denaro presso la Bce, a partire dall’11 giugno, devono aprire il portafogli e pagare.
"Un concetto difficile da accettare anche emotivamente, che sfida secoli di usanze consolidate", è il commento dell'esperto di Mc Capital, che però aggiunge: "In realtà, passare dallo zero al -0,10% ha un valore molto più simbolico che effettivo. Un po’ come l’alpinista che dopo essere arrivato in cima alla montagna pianta la bandierina, mangia rapidamente qualcosa se il vento non tira troppo forte, e poi inizia a tornare sui suoi passi".
In questo scenario, l’euro si sta indebolendo nei confronti delle principali valute internazionali scontando eventuali prossime mosse da parte dell'Eurotower di Mario Draghi. "Ha senso – osserva De Gaetani – cavalcare la tendenza", vendendo la valuta unica di Eurolandia sui rimbalzi. Quanto ai mercati azionari, che tipicamente amano i bassi tassi d’interesse, l'esperto di Mc Capital osserva che si compiacciono sui massimi, "azzerando a tal punto volumi di negoziazione e volatilità da destare preoccupazione. Volatilità così bassa – mette in guardia De Gaetani – si è spesso verificata prima di grosse correzioni". Gli operatori troppo esposti all'azionario sono stati avvertiti.

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>