I timori sui mercati emergenti fanno correre lo yen

download

Le preoccupazioni emerse prepotentemente nelle ultimissime ore sui mercati emergenti e le loro valute spingono al rialzo le valute considerate "rifugio", come lo yen. La divisa nipponica, non a caso, nelle ultime ore ha guadagnato terreno un po' rispetto a tutte le altre monete. Basti pensare che nella sessione valutaria odierna operatori e trader online hanno assistito a una discesa del cross euro-yen di poco più di pun punto percentuale, nei pressi di quota 140. "Il deflusso dalle valute dei paesi emergenti – spiegano all'unisono gli esperti valutari – sta portando gli operatori a posizionarsi su divise risk averse, come lo yen".
Tra le valute emergenti maggiormente penalizzate, si distinguono il peso argentino, che nella sola seduta di giovedì 23 gennaio ha accusato una flessione del 15% (la più consistente degli ultimi 12 anni) e la lira turca. Ma le cose non sono andate bene nemmeno per il rublo russo e il rand africano. Gli analisti della banca d'affari Exane hanno sottolineato che ha innescare pressioni al ribasso sulle monete del mercati emergenti sono fattori sia comuni sia specifici. Rientra nella prima categoria l'effetto Cina, con l'economia dell'ex Celeste impero che, secondo le aspettative, dovrebbe crescere meno delle attese.
Ci sono poi indubbiamente fattori specifici rispetto ai singoli paesi: in Turchia, ad esempio, non aiuta lo scandalo sulla corruzione che ha travolto il governo di Ankara alla fine del 2013, mentre l'Argentina sconta una situazione economia caratterizzata da una inflazione galoppante. Gli esperti di Exane aggiungono poi al già preoccupante quadro "crescenti rendimenti delle obbligazioni americane, prezzi delle commodity in discesa e il calendario politico", con le elezioni in arrivo in Turchia, India e Brasile. Tutti elementi che potrebbero spingere le divise emergenti ancora più giù facendo di riflesso guadagnare posizioni a yen e franco svizzero.

 

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>