Archivio: febbraio 2014

L’euro torna a correre mentre si sgonfiano i timori di disinflazione

Sui mercati valutari, è stata registrata una forte accelerazione dell’euro nei confronti delle principali divise internazionali. A spingere la valuta unica sono state soprattutto le stime sull’inflazione di febbraio realtive all'area dell'euro. Il dato tendenziale è stato, infatti, confermato allo

Dollaro venduto sulle parole della governatrice della Fed Yellen

Tranquilli: la strategia di politica monetaria della Federal Reserve (Fed) americana resterà "accomodante", vale a dire orientata a favorire la crescita economica più che a limitare l'inflazione. La tranquillizzazione, che ha fatto bene alle Borse che hanno ridotto le perdite

L’euro perde quota contro dollaro e yen

Nella sessione di mercato del 26 febbraio sono partite vendite a raffica sulla moneta unica. Che così si è portata sui nuovi minimi dal 13 febbraio rispetto al dollaro e dal 20 di questo mese nei confronti dello yen. Sui

La situazione politica in Turchia torna a mettere pressioni alla lira

Sui mercati emergenti tornano ad aleggiare le tensioni che sembravano sopite negli ultimi giorni. In particolare, è tornata a destare preoccupazione la Turchia, dopo la notizia che il premier Recep Tayyip Erdogan (nella foto) sarebbe direttamente coinvolto negli scandali di

Euro debole a inizio settimana contro yen e dollaro

Lunedì 24 febbraio, sui mercati finanziari, la settimana ha preso il via all'insegna della debolezza per le Borse di Asia e Pacifico, soprattutto a causa del balzo dello yen rispetto alle principali valute mondiali e della stretta decisa dalle banche

Morgan Stanley vede flussi a sostegno di dollaro e yen

La propensione al rischio degli investitori dovrebbe restare tutto sommato contenuta man mano che la Cina dovrebbe mostrare ulteriori segnali di debolezza. Va infatti ricordato che nel corso della settimana finanziaria appena conclusa l'ex celeste impero ha annunciato un dato

Le minute della Fed innervosiscono i mercati

Sui mercati finanziari e valutari si è conclusa una giornata, quella del 20 febbraio, all'insegna della forte volatilità il giorno dopo che si è alzato il velo sulle attese minute della Fed riferite all'ultima riunione monetaria presieduta da Ben Bernanke

“La corsa dell’euro-dollaro a 1,375 potrebbe arrivare al capolinea”

Nella loro ultima newsletter sulle valute, gli esperti di Mc Capital esaminano l'impatto dell'imminente governo italiano formato da Matteo Renzi (nella foto) sui mercati finanziari. Il lavoro è affidato ad Andrea De Gaetano, che sottolinea come l'indice di riferimento del

Euro-dollaro in leggero rialzo dopo lo Zew tedesco

Sui mercati valutari, i riflettori sono puntati sul cross euro-dollaro, che nel primo pomeriggio del 18 febbraio si attesta a 1,3733, con un rialzo dello 0,20 per cento. Il tasso di cambio tra moneta unica e biglietto verde si muove

Caironi: “Tornerà la calma sulla Cina”

Nell'ultimo appuntamento con il suo settimanale sull'asset allocation intitolato "Primo piano", Corrado Caironi, Investment strategist di R&CA Ricercaefinanza.it, punta il dito verso la Cina. Ed evidenzia come, a livello di politica monetaria, la banca centrale (Pboc, People Bank of China)