Ig si aspetta mosse a sostegno del credito da parte della Bce

Sta per terminare la seconda giornata di una settimana densa di appuntamenti dal punto di vista monetario, soprattutto in Europa. Giovedì, infatti, come sempre accade nella prima settimana del mese, la Banca centrale europea (Bce) guidata da Mario Draghi (nella foto) si riunirà per prendere la tanto attesa decisione sui tassi di interesse. Tuttavia, dopo il dato sull'inflazione giunto la settimana scorsa, che ha allontanato lo spettro che si inneschi una pericolosa spirale di calo dei prezzi, molti osservatori hanno ridimensionato le proprie aspettative che presto parta un allentamento monetario dell'Eurotower. E dunque che vengano avviate le politiche espansive che in molti ritengono comunque indispensabili per risollevare le sorti dell'asfittica economia dei paesi dell'area dell'euro. 
"Riteniamo che vi siano comunque delle possibilità – fanno sapere nella nota giornaliera gli esperti di Ig – che Draghi possa introdurre qualche misura a sostegno del mercato del credito", come ad esempio la fine della sterilizzazione del piano Smp. Va poi ricordato che sempre per giovedì è attesa anche la riunione della Bank of England (Boe), essa pure chiamata a decidere sui tassi (anche in questo caso dovrebbe arrivare un nulla di fatto).
Intanto, oggi, sul mercato valutario, il tasso di cambio euro-dollaro ha chiuso la giornata a 1,3734, in leggerissimo calo dello 0,02 per cento.

 

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*