Mc Capital resta ribassista sull’euro nel medio termine

Dopo il nulla di fatto sui tassi di interesse dell'area dell'euro arrivato proprio una settimana, gli esperti di Mc Capital tentano di indovinare le prossime mosse della Banca centrale europea (Bce). Secondo gli esperti, è probabile che a questo punto l'Eurotower "aspetti di vedere come evolve la situazione prima di sparare le ultime cartucce".
E nel caso in cui la Bce dovesse alla fine optare per nuove immissioni di liquidità, in qualsiasi forma esse siano, sui mercati finanziari (quel che gran parte degli addetti ai lavori si aspettava già una settimana fa), da Mc Capital sottolineano che la cosa dovrebbe comunque tradursi in un indebolimento dell'euro sui listini valutari.
Ed è per questo motivo che gli stessi esperti, anche nell'ultimo studio sulle monete e sul forex, mantengono la view ribassista sulla moneta unica in un'ottica di medio periodo, "alzando però i livelli di vendita, in considerazione della forza relativa dell'euro nel breve termine".
In un'ottica di medio periodo, per Mc Capital i livelli dell'euro-dollaro da monitorare sono 1,3190-1,3250, "supporti sotto cui avremmo una chiara inversione al ribasso", e 1,3892, massimi di dicembre 2013, "sopra i quali avremmo un ulteriore impulso rialzista".

 

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*