La Boj e la strategia dello “wait an see”

Si preannuncia un'estate senza grandi cambiamenti per la Bank of Japan (Boj) guidata dal governatore Haruhiko Kuroda (nella foto) e dal suo vice Hiroshi Nakaso. Gli economisti di Bank of America (Bofa) Merrill Lynch si aspettano, infatti, che l'istituto monetario centrale del paese del Sol Levante, nella riunione del 14 e 15 luglio, e quindi la settimana prossima, decida di mantenere invariato il proprio programma di "Qee", vale a dire di "quantitative e qualitative easing". 
"Ci aspettiamo – dicono nel loro ultimo report sul mercato giapponese gli esperti di Bofa Merrill Lynch – che il monetary policy board della Boj voti per mantenere invariati il target di base monetaria e il Qee attraverso il programma di acquisto di titoli". Del resto, fanno notare gli stessi economisti, sia Kuroda sia Nakaso, in recenti dichiarazioni, hanno sottolineato che, nonostante gli impatti avversi in arrivo dall'innalzamento della tassa sui consumi introdotta ad aprile, il ciclo virtuoso tra produzione, reddito e consumi non è stato infranto
I due timonieri della banca centrale nipponica hanno nello stesso tempo fatto notare che è probabile che l'inflazione torni a rialzare la testa. Tutti elementi che, messi insieme, fanno ritenere gli esperti di Bofa Merrill Lynch che per un po' di tempo la Bank of Japan adotterà un atteggiamento attendista improntato alla strategia dello "wait and see", vale a dire "aspettiamo e vediamo che succede".

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*