Fed immobile ma solo all’apparenza

Quella che ha appena preso il via è una settimana molto ricca di appuntamenti macroeconomici in Europa e nel mondo. Tra gli eventi clou va segnalata, mercoledì, la riunione del Fomc, ossia il braccio operativo della Federal Reserve guidata da Janet Yellen (nella foto).
Gli esperti di Ig, nella consueta nota quotidiana diffusa oggi, scrivono: "Non ci aspettiamo novità sulle misure che saranno intraprese", il che significa che dovrebbero essere confermati sia i tassi di interesse, sia l'ammontare del tapering, vale a dire l'uscita graduale dalla politica di quantitative easing con cui la Fed, negli ultimi anni, ha inondato i mercati finanziari di liquidità.
Grosso modo dello stesso avviso gli economisti di Bank of America (Bofa) Merrill Lynch, che in un report diramato sempre in giornata osservano che "è probabile che il meeeting del Fomc di luglio sia all'apparenza privo di eventi significativi, senza conferenza stampa o aggiornamento delle previsioni". Tuttavia, Bofa Merrill Lynch si aspetta che la discussione si faccia più animata e movimentata dietro alle quinte. Inoltre, a differenza di Ig, gli economisti della banca d'affari americana ritengono che possa essere plausibile una ulteriore riduzione dell'acquisto di titoli mensili, e dunque del quantitative easing, che potrebbe essere portato a 25 miliardi di dollari a partire da agosto. "I verbali" del Fomc, che saranno resi pubblici tra tre settimane, "potrebbero segnalare alcuni disallineamenti tra i suoi componenti", concludono da Bofa Merrill Lynch.

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*