La Fed mette le ali a Borse e dollaro

La mattina del 18 dicembre le Borse europee, Piazza Affari compresa, festeggiano nella prima sessione di mercato utile dopo le notizie giunte dal Fomc, ossia il braccio operativo di politica monetaria della Federal Reserve (Fed). Quest'ultimo, al termine della riunione di ieri, nella serata italiana, ha ribadito la formula del "considerevole lasso di tempo" che dovrebbe trascorrere prima di un rialzo dei tassi di interesse, ora ai minimi storici oltre Oceano.
Ma non è tutto, perché l'istituto guidato dalla governatrice Janet Yellen (nella foto) ha usato per la prima volta il termine "paziente" per descrivere l'approccio verso una politica monetaria accomodante. In altri termini, il costo del denaro a stelle e strisce potrebbe tornare a salire, ma non prima della metà dell'anno prossimo, e soprattutto potrebbe crescere meno del previsto.
Immediata la risposta dei mercati valutari, con l'euro che si è portata sotto quota 1,23 dollari, mentre il biglietto verde prosegue la sua corsa. In tarda mattinata, in particolare, il cross tra euro e dollaro viaggia a quota 1,23.

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*