Mc Capital e l’aberrazione cromatica della Fed

Gli esperti di Mc Capital, nel consueto studio settimanale sui mercati e in particolare il forex, tornano sul "mercoledì della Federal Reserve", ossia la banca centrale americana guidata da Janet Yellen, sottolineando quello che a loro dire sarebbe una sorta di sfasamento in corso tra l'andamento dell'economia e quello della finanza.
"L’impressione di un’'aberrazione cromatica' – spiegano gli esperti di Mc Capital nello studio – si è avuta durante la conferenza stampa che segue l’annuncio della decisione sui tassi d’interesse. La realtà vista attraverso gli occhiali di Janet Yellen è apparsa dai colori ben diversi da come viene percepita da una parte degli operatori. Alla domanda di un giornalista sull’evidente  disconnessione tra l’andamento dell’economia/geopolitica (disoccupazione ecc.) e quello dei mercati azionari in salita, la risposta di Yellen è stata dai contorni sfumati".
Proseguono da Mc Capital: "Da un lato la Fed sostiene di essere vigile sulla prevenzione di bolle finanziarie, d’altro canto dice che non esiste un livello di volatilità specifico raggiunto il  quale è opportuno allarmarsi, né regole matematiche per stabilire quando sarà necessario alzare i tassi d’interesse. Cosa che equivale a dire – tagliano corto gli esperti di forex – che non esiste un criterio univoco per stabilire se un mercato sia in “bolla speculativa” o correttamente valutato".
Ma la paura di Mc Capital è che possa riproporsi lo scenario giapponese, con la conseguenza che i rendimenti dei Titoli di Stato dei Paesi periferici si dimezzerebbero rispetto ai valori attuali.

 

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*