Occhi puntati sui verbali della Fed

La settimana finanziaria è appena partita con un chiodo fisso, quello di mercoledì. Quando cioè, la sera italiana, saranno rese noti i verbali – in gergo finanziario "minute" – della Federal Reserve, che potrebbero aiutare a capire qualcosa in più dei prossimi movimenti dell'authority monetaria americana guidata da Janet Yellen
"Sarà importante vedere – notano gli esperti di Ig – com’era il sentiment tra i vari governatori della Fed a metà giugno, per capire le possibili interpretazioni che questi hanno dato ai dati macro brillanti rilasciati nelle ultime settimane". Non solo: per provare a indovinare la direzione in cui si muoverà la Federal Reserve nei prossimi mesi, "importante sarà la trimestrale di Alcoa, che domani sera aprirà la stagione dei conti". Da ricordare che la stagione dei conti trimestrali a stelle e strisce da sempre è fondamentale per avere il polso del settore microeconomico, cui inevitabilmente si deve accompagnare quello macroeconomico (e dunque monetario).
Le aziende statunitensi, sottolinea Corrado Caironi nell'ultima newsletter finanziaria di R&ca Ricerca & Finanza, "stanno dimostrando una buona capacità di tenuta dei ricavi nonostante una crescita economica limitata, ma ci sono due punti di attenzione ancora poco chiari: il primo riguarda i costi alla luce di un aumento dei prezzi energetici e il secondo riguarda la potenzialità del dollaro di rivalutarsi una volta concluso il Quantitative Easing della Fed".

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*