Cmc Markets: “Tapering della Fed collocato all’inizio del 2014”

In vista di tanti e tali notizie in arrivo nella seconda parte della settimana, i mercati finanziari stanno iniziando a posizionarsi con cautela, in uno scenario che potrebbe farsi di giorno in giorno più incerto. Parola di Michael Hewson (Chief Market Analyst UK) e Ric Spooner (Chief Market Analyst Australia) di Cmc Markets, che nell'ultimo report sottolineano che oltre alla frenata registrata da alcuni parametri europei, si aggiungerebbe una contraria accelerazione della ripresa americana, che ci potrebbe sorprendere ulteriormente sulla capacità di tenuta nonostante il prolungato shutdown di ottobre, disorientando gli investitori circa la tempistica di avvio del cosiddetto tapering da parte della Federal Reserve (Fed)
"Se infatti anche il dato sul mercato del lavoro a breve in arrivo dovesse rivelarsi ben al di sopra delle attese, sarebbe più che lecito porsi nuovi interrogativi circa le intenzioni di manovra della Fed, che non ha mai nascosto di seguire con massima attenzione l'andamento degli indicatori macroeconomici al fine di orientare la politica monetaria. Di conseguenza – osservano da Cmc Markets – inizia a scemare la fiducia degli investitori circa la possibilità di un prosieguo del rally azionario sostenuto dagli utili in crescita per fare posto a una moderazione delle aspettative future senza escludere un'accelerazione sui tempi del tapering in grado di riequilibrare in maniera considerevole le attuali valutazioni di mercato". 
Pur tuttavia, i due economisti ritengono che, "a meno di un dato estremamente positivo sul mercato del lavoro americano venerdì, il ritiro degli stimoli monetari da parte della Fed non dovrebbe iniziare prima dell'inizio del nuovo anno".

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*