Euro-dollaro: per Ig Italia segnali negativi solo con la rottura del supporto a 1,3560

Settimana in rialzo per il cambio euro-dollaro, che si è riportato al di sopra del limite di 1,36. Lo sottolinea, nel suo ultimo "Forex insight", Filippo A. Diodovich, market strategist di Ig Italia, che spiega: "Le prospettive grafiche di breve periodo rimangono rialziste confermando i prossimi obiettivi a 1,3630 (ultimo dei ritracciamenti di Fibonacci della discesa dai top del 25 ottobre) e 1,3650 (massimo del 3 ottobre e minimo del 21 ottobre)". 
A questo punto, quali possono essere le prospettive del cross euro-dollaro? Secondo Diodovich, "l’eventuale superamento di tali riferimenti darebbe ulteriore forza alla moneta unica gettando le basi per un’ascesa ancora più importante in direzione di 1,3833, picco annuale (target intermedio posizionato a 1,3750)". Al contrario, a parere dell'esperto di Ig Italia, "timidi segnali negativi arriveranno con la rottura del supporto statico a 1,3560, preludio a una possibile flessione fino a 1,3490".
Traducendo il tutto in pura strategia operativa sul tasso di cambio tra la moneta unica e il biglietto verde, Diodovich consiglia di andare lunghi ("long") sui valori correnti per obiettivi a 1,3630 e 1,36050. Le posizioni possono poi essere incrementate sopra 1,3650 per obiettivi a 1,37 e 1,3833. Viceversa, l'esperto di Ig Italia raccomanda di andare corti ("short") sotto 1,3490 per target a 1,34 e 1,33.

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*