Il dollaro si muove in attesa delle minute del Fomc della Fed

Tra gli avvenimenti clou della settimana, i riflettori dei mercati finanziari, degli addetti ai lavori e dei trader online sono puntati sulla pubblicazione delle minute del Fomc della Federal Reserve (Fed) statunitense, in calendario per mercoledì. A riguardo, gli economisti di Barclays non escludono del tutto che, subito dopo la pubblicazione, si possa assistere a una fase di acquisti massicci sul dollaro. In particolare, sarà interessante scoprire se ci sia stata una discussione (o comunque un certo grado di consenso) riguardo alla possibilità di abbassare il target sull’occupazione. Una eventualità che, tuttavia, per gli esperti di Barclays non avrà grandi chance di concretizzarsi.
Anche gli esperti di Ig Markets si attendono un ritorno della volatilità sui mercati finanziari proprio mercoledì, in coincidenza con l'arrivo delle minute della Fed. "Sul fronte valutario – osservano da Ig Markets in una nota del 18 novembre – la seduta ha visto una debolezza del biglietto verde principalmente verso euro e yen". Il dollaro Usa, in particolare, è riuscito a difendersi contro la sterlina solo grazie a una discesa marcata di quest’ultima verso le principali valute. "Come accade spesso a inizio settimana – aggiungono da Ig Markets – i movimenti non sono stati importanti e ci aspettiamo un forte ritorno della volatilità mercoledì quando saranno resi noti i dati macro Usa e i verbali del Fomc. L’euro-dollaro si è fermato per ora sull’1,3550, top da inizio mese al di sopra del quale potremmo assistere un recupero veloce di 1,3650".

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*