Riddell di M&G e quella passione per il dollaro statunitense

Il dollaro statunitense finisce sul banco degli imputati per Mike Riddell, gestore obbligazionario M&G. Il gestore sottolinea infatti che il biglietto verde "è rimasto forte durante il primo e il secondo trimestre, ma nella terza frazione dell’anno c’è stato uno sviluppo interessante: nonostante la buona tenuta contro la maggior parte delle valute dei Paesi emergenti, è colato a picco nei confronti di altre valute del mondo sviluppato". E oggi l’indice del dollaro è di nuovo al punto in cui si trovava all’inizio dell’anno e, nonostante la forza relativa dell’economia statunitense rispetto a quelle di altri Paesi sviluppati, questo indicatore è tornato al livello medio degli ultimi cinque anni.
E sono anche gli attuali livelli che spiegano perché M&G ora vede la valuta statunitense di buon occhio. "La nostra passione per il dollaro Usa negli ultimi 18 mesi – spiega Riddell – è giustificata da diversi motivi: le valutazioni convenienti della divisa statunitense dopo dieci anni di declino, il miglioramento del saldo delle partite correnti, l’avanzata rapida verso l’indipendenza energetica e un rafforzamento della ripresa economica in cui il vigore del mercato immobiliare, insieme al tasso di disoccupazione in calo costante, rende altamente probabile un avvio anticipato del ciclo di contrazione della politica monetaria negli Stati Uniti, rispetto alla maggior parte dei Paesi avanzati". 
Insomma, a parere di Riddell, "gli aspetti positivi a lungo termine per il dollaro Usa sono ancora presenti, ma di recente sono stati messi in ombra dai fattori negativi". Dunque, cosa è cambiato? Per Riddell va detto che la recente debolezza del biglietto verde deriva probabilmente dalla decisione assunta dalla Fed a settembre di rinviare i tagli al quantitative easing (Qe), "dall’assurda situazione sul budget e dall’enorme ondata di vendite su una montagna di posizioni lunghe in dollari". E in questo momento, conclude l'esperto di M&G, "ha senso essere più ottimisti sul dollaro Usa" perché "queste forze negative si stanno dissipando".

Vota

Articoli Correlati: