Come scegliere un Broker Forex?

Circa dieci anni or sono, gestire titoli, azioni, valori di borsa voleva dire dirigere tutte le transazioni di Trading al telefono. 
Per ogni transazione era necessario prendere contatti con il Broker e piazzare un ordine.
Il Trading Online ha modificato questa realtà e attualmente è possibile amministrare ogni aspetto del proprio Trading dalla piattaforma Online del Broker.
Questa possibilità ha snellito notevolmente la procedura, aumentando in valori esponenziali il numero di transazioni giornaliere.  
La domanda da porsi però, è quale criterio usare per scegliere un Broker quando attualmente, esistono così tante opzioni sul web.
Ai nuovi Trader viene offerta una vastissima varietà di Broker tra cui scegliere.
Come si fa dunque?
La questione sta nello stabilire quali sono le priorità di ciascuno poiché non esiste il “Broker migliore” ciò che bisogna cercare è il miglior broker per il singolo caso.  
Questa scelta è determinata dal genere di esperienza di Trading che l’utente  vuole avere.

Ancora più opportuno sarebbe stabilire qual è il genere di investimento che si vuole fare e poi per conseguenza determinare il Broker a cui affidarsi.     

                   
I principali parametri  da accertare, prima di scegliere un Broker, sono i seguenti:

Licenze: è buona norma scegliere esclusivamente Broker che siano autorizzati e regolamentati dalle autorità competenti in carica, come ad esempio: 
– CFTC (CFTC, United States Commodity Futures Trading Commission è l’agenzia di Governo degli Stati Uniti il cui scopo è quello di regolamentare il mercato dei futures);
– NFA (NFA National Futures Association è un organismo di auto-regolamentazione del mercato degli Usa dei Futures che opera sotto la supervisione della CFTC al fine di garantire l’integrità del mercato dei futures);
– FSA (Financial Services Authority è un organismo autonomo a carattere non governativo che si occupa di supervisionare e regolare il settore dei servizi finanziari del Regno Unito ed è uno dei più importanti enti regolatori dell’area Ue). Questo proteggerà il tuo denaro.
 

Piattaforma Trading: il Forex di Trading online deve essere chiaro, istintivo e facile da utilizzare per fare Trading. Una buona interfaccia utente è fondamentale.  eToro ha una piattaforma di trading formidabile, che risulta di facile utilizzo a chi si affaccia al mercato FX.
 

Customer care: Un’assistenza buona ed efficiente è una caratteristica fondamentale, perché sono diversi i casi in cui un operatore può avere bisogno di consulenza. Prima di effettuare un deposito, è consigliato contattare il servizio clienti per mail, darà prova del loro timing e ne accerterà l’affidabilità. Ogni genere di perplessità va chiarita via e-mail o tramite telefono prima di aprire un conto. La qualità e la disponibilità del servizio possono essere considerati elementi fondamentali ai fini della scelta. 
FXCM, 4xp e eToro garantiscono un’assistenza veloce e di alta qualità.
 

Leva finanziaria: tutti i Broker finanziari offrono tipi diversi di Leva. Più è alta la leva finanziaria che si sceglie di utilizzare, più è alto il profitto che potenzialmente si potrà ottenere, ma anche il rischio cresce in parallelo. Questo è il motivo per il quale non c’è un livello di leva finanziaria che è il migliore dell’altra dipende tutto dallo stile di trading che si andrà a sviluppare. Ci sono dei broker che offrono 1:100, 1:200 e perfino di più in alcuni casi.
4xP e  AVAFX  offrono 1:500. Scegliere che sia un bene o un male è una valutazione molto soggettiva.
 

Bonus al primo deposito: ogni broker tenta di richiamare l’attenzione dei potenziali utenti con elevati bonus di capitale al primo deposito. In questo caso si ricevono più soldi con i quali fare trading e la capacità del business diventa maggiore, ma il rischio? 
Offrono eccellenti bonus per cominciare: Plus500, AVAFX e 4xP offrono ottime possibilità di bonus. eToro ha anche delle promo molto interessanti. 
 

Prelievi e depositi. E’ necessario prestare attenzione al metodo del Broker per quanto riguarda i prelievi, è necessario che ci sia una regolamentazione scritta sui tempi di decurtazione dal conto. 
 

Quali sono i costi del Trading: I Broker guadagnano dalle quote che i trader pagano. Una significativa fonte di ricavo (per il Broker) e un onere (per l’operatore – il trader) è lo spread – la differenza di prezzo tra l’offerta e il prezzo lettera. È importante sapere come il Broker gestisce gli spread: sono spread fissi o variabili? Qual è lo spread medio (e MASSIMO) per ognuna delle coppie di valuta con le quali intendi fare trading? Durante i tempi di volatilità elevata (la volatilità è un indicatore sintetico che misura il grado di variabilità dei prezzi di un titolo) che mutazioni subisce lo spread? Ci  sono costi per ogni operazione, oltre che allo spread?
4XP, FXCM e eToro offrono tutti spread fissi.
 

Prova/demo: L’esempio è molto pratico, avete mai comprato un paio di scarpe senza provarle? Immagino di no.  Allo stesso modo si deve ragionare prima di aprire un conto di prova con qualunque broker con il quale intendi fare trading. Quasi tutti i broker oggi offrono conti di prova che concedono di farsi un’idea del Broker prima di spendere soldi. Questo  permette di esercitarsi con soldi virtuali prima di decidere di commerciare con il tuo capitale reale. Avendo la possibilità di provare le “famose scarpe”. In questo modo è possibile inoltre provare la piattaforma di trading del broker. 
Plus500 offre conti demo illimitati per i propri clienti.

Come scegliere un Broker Forex? 5.00/5 (100.00%) 1 vote

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*