Bofa Merrill Lynch vede nuovo rialzo dei tassi per la banca centrale brasiliana

In Brasile da un po' di tempo a questa parte tira un'aria nuova. L'hanno fiutata gli analisti ed esperti di economia di Bank of America Merrill Lynch, che i uno dei loro ultimi studi notano che la presidentessa Dilma Rousseff (nella foto) sembra avere adottato un approccio più "market friendly". "Crediamo che il governo brasiliano – dicono da Bofa Merrill Lynch – si stia concentrando di più sulla questione dell'inflazione dopo che non è riuscito a mantenere la sua promessa di chiudere il 2013 con un tasso inferiore a quello del 2012".
A questo riguardo, giova ricordare che l'obiettivo massimo di inflazione della banca centrale brasiliana è pari al 6,5%, con una media al 4,5%, maggiore del +5,19% mostrato dall'ultimo dato di dicembre sui prezzi al consumo. Così, gli economisti della grande banca d'affari internazionale si aspettano che l'authority monetaria centrale del paese sudamericano ritocchi verso l'alto i tassi di interesse di riferimento, i cosiddetti "Selic rate", di 25 punti base nel mese di febbraio, alzando così il costo del denaro al 10,75% dal livello del 10,5% a cui era stato portato soltanto la settimana scorsa.
Del nuovo innalzamento dei tassi di riferimento, secondo Bofa Merrill Lynch, dovrebbero beneficiare le posizioni long sul real brasiliano. Non a caso, sul mercato del forex, agli esperti della casa d'affari predilogono le opzioni che consentono di andare short sul cross dollaro-real.

 

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*