Bofa Merrill Lynch vede il dollaro canadese ancora debole

Gli esperti di Bank of America Merrill Lynch mettono nel mirino, nel loro ultimo report, il tasso di cambio tra dollaro statunitense e canadese, cross che nella mattina del 24 novembre viaggia intorno a 1,124. "Se – spiegano gli economisti – da una parte, gran parte della discesa del dollaro canadese deve essere logicamente imputata al declino dei prezzi del petrolio, dall'altra, il differenziale dei tassi deve pure avere giocato un ruolo chiave".
In ogni caso, da Bofa Merrill Lynch ritengono che il rafforzamento del biglietto verde proseguirà, tanto che come obiettivo per il cross di fine anno hanno 1,14, non molto lontano rispetto alle attuali quotazioni. "A nostro parere – dicono gli economisti – un ritorno alla crescita dei prezzi del petrolio, così come una ripresa relativamente robusta dell'economia americana, di cui potrebbe beneficiare anche quella canadese, potrebbe supportare il dollaro canadese nel prossimo anno".

 

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*