Fxcm: “Opportunità di acquisto per il dollaro canadese”

Mentre ormai manca soltanto un giorno alle attese riunioni monetarie per decidere sui tassi di interesse della Banca centrale europea (Bce) e della britannica Bank of England (Boe), in calendario per giovedì, l'Authority canadese ha già preso la sua decisione.
Nella riunione che si è tenuta proprio oggi, infatti, la Bank of Canada, dall'estate scorsa guidata dal governatore Stephen Poloz (nella foto), ha mantenuto invariato il tasso di rifinanziamento al livello dell'1%, confermando però i timori sui rischi di disinflazione, ossia di discesa generalizzata dei prezzi, che continuano a manifestarsi all'interno dell'economia dell'area nordamericana. 
Sui mercati valutari, la reazione all'evento monetario da parte del dollaro canadese, come evidenzia nel suo commento odierno Davide Marone, analista di DailyFX (Fxcm), è stata di rafforzamento contro il dollaro americano, con il cambio tra le due monete "che è andato a testare il supporto in area 1,1040 senza però apparenti reali motivazioni se non di natura tecnica. Lo statement della banca centrale canadese – aggiunge Marone – è sembrato rivolto a potenziali nuovi deprezzamenti per il loonie; il prezzo attuale potrebbe perciò rappresentare una buona opportunità per posizionamenti in acquisto verso primi obiettivi in area 1,11”.

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*