La banca centrale di Istambul taglia i tassi al 9,5%

Operatori e addetti ai lavori fanno notare che nella giornata di oggi, 22 maggio, sul mercato valutario del forex, i movimenti più interessanti hanno interessato la lira turca. Tale moneta si è, infatti, apprezzata notevolmente, e ciò malgrado la Banca centrale di Istanbul abbia tagliato i tassi di interesse sui Repo a una settimana di 50 punti base, portandoli al 9,5 per cento. 
Dopo l’annuncio, i tassi sui bond turchi hanno aggiornato i minimi da oltre sei mesi. Si tratta del primo taglio del costo del denaro da oltre un anno a questa parte. La decisione è arrivata dopo le pressioni delle scorse settimane da parte del premier turco Recep Tayyip Erdogan (nella foto), che aveva chiesto ripetutamente un taglio dei tassi, denunciando persino "una lobby dei tassi d'interesse" che a suo dire avrebbe tramato per frenare la crescita della Turchia. Con la decisione odierna, l'authority monetaria, che a gennaio aveva ignorato gli appelli di Erdogan, sembra avere smontato questa sorta di teoria del complotto confezionata dal premier.
Tra gli argomenti utilizzati dalla banca centrale del paese per motivare il cambio di direzione il fatto che "il recente calo dell'incertezza e il miglioramento degli indicatori di premio di rischio" abbiano comportato un generalizzato calo dei tassi di mercato.

 

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*