Morgan Stanley vende sia il dollaro-yen sia l’euro

Gli economisti specializzati in valute e forex di Morgan Stanley non si lasciano certo trarre in inganno dalla recente mini-ripresa delle quotazioni delle monete dei mercati emergenti. E in virtù di questo continuano a mantenere una view "bullish" sullo yen.
"Le valute dei paesi in via di sviluppo – sostengono da Morgan Stanley nell'ultimo studio sul forex – si sono un po' risollevate nell'ultima settimana, ma ciò non si è tradotto in supporto per il rischio". E tra l'altro, aggiungono gli esperti, "le preoccupazioni circa i mercati emergenti è probabile che persistano man mano che la Federal Reserve (Fed) prosegue con il tapering e la Cina continua sulla via della restrizione monetaria".
Insomma, con la vendita degli asset più rischiosi che dovrebbe proseguire, gli esperti di Morgan Stanley confermano le aspettative sulla forza "tattica" dello yen, che si traducono in raccomandazioni di posizioni "short", cioè in vendita, sia sul dollaro-yen sia sul dollaro neozelandese-yen.
Sempre secondo gli esperti, una maggiore debolezza delle valute dei paesi in via di sviluppo aggiungerà pressioni al ribasso sulle areee del G10, che spingeranno le rispettive banche centrali in qualche modo ad agire. "E se le authority monetarie non faranno nulla, come è appena successo con La Bce, le monete non riceveranno supporto". Ecco perché Morgan Stanley ha una raccomandazione di vendita ("sell") sull'euro.

Vota

Articoli Correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*