Xtb: “Verso uno scenario in miglioramento per la sterlina”

Cambiamenti in vista per la Bank of England (Boe). E a portarli, come del resto era prevedibile, è il passaggio di consegne tra il vecchio governatore Mervyn King e il nuovo Mark Carney (nella foto). Quest’ultimo, come fanno notare nella nota settimanale gli esperti di trading online di Xtb, appena insediatosi, “aveva presentato una dichiarazione nella quale sottolineava un’insoddisfazione da parte del Monetary Policy Committee (Mpc) con un deciso rialzo del tassi di interesse sul medio e lungo termine della curva”. Dichiarazioni che erano state interpretate dai più “come un possibile annuncio di un aumento del Quantitative easing (Qe)”, ossia della politica di acquisto di bond da parte della banca centrale. E invece niente di tutto questo perché già dalla sua prima riunione Carney ha lasciato di stucco gli investitori, scrivendo la parola “fine” all’acquisto di obbligazioni. Certo, concedono da Xtb, “è ancora troppo presto per definirla una mossa aggressiva”.
Carney ha sottolineato che un altro round di acquisto di bond avrebbe portato benefici solo marginali o addirittura effetti negativi. Le minute della Boe hanno evidenziato che, qualora ce ne fosse bisogno, Carney potrebbe pensare ad altre manovre di stimolo per l’economia. Ma non è detto che serva. E a questo riguardo da Xtb sottolineano che vi sono “alcuni positivi segnali in tal senso: i Pmi del secondo trimestre hanno segnalato un’espansione per la prima volta del primo trimestre 2012; la fiducia dei consumatori è ancora bassa ma non quanto lo era negli ultimi due anni”. Inoltre, le domande di mutuo sono in aumento, così come il prezzo delle case. “Qualora il dato sul Pil, in agenda giovedì, dovesse risultare positivo, la situazione per la sterlina potrà iniziare a migliorare”, evidenziano da Xtb.
Per quel che riguarda in particolare l’andamento del cross euro-sterlina, gli esperti sottolineano che, dopo la forte discesa della scorsa settimana, “la view long di breve termine verrebbe negata solo in caso di rottura dei minimi”.

Vota

Articoli Correlati: